Olio extravergine di oliva

Le nostre linee guida

Gli oli esposti e venduti devono essere prodotti a partire da olivi coltivati in modo sostenibile per tutto ciò che riguarda la fertilizzazione, la difesa e le lavorazioni del suolo. Non è ammesso il diserbo chimico né alcun trattamento ormonale e con prodotti che contengano neonicotinoidi.

• Il frantoio deve essere situato nell’area di produzione. Qualora non indicato in etichetta, si chiede di specificarlo in fase di autodichiarazione. 


• Hanno titolo preferenziale gli oli prodotti a partire da cultivar autoctone dell’area di produzione. 


• Hanno titolo preferenziale le aziende con certificazione biologica. 


• Per quanto riguarda gli oli italiani hanno titolo preferenziale le aziende selezionate per la Guida degli oli extravergini italiani di Slow Food Editore. 


Scusa per l'inconveniente

Carca ancora